Capitalismo e mercato nazionale in Italia - download pdf or read online

By Emilio Sereni

Esemplare in buone condizioni. Lievi tracce di polvere nella sovraccoperta, leggero ingiallimento delle pagine. Nel taglio superiore tracce di polvere.

Show description

Read Online or Download Capitalismo e mercato nazionale in Italia PDF

Best italian_1 books

New PDF release: Leonardo - La Tecnica Pittorica

Leonardo di ser Piero da Vinci (15 April 1452 – 2 may perhaps 1519, old-fashioned) used to be an Italian Renaissance polymath: painter, sculptor, architect, musician, mathematician, engineer, inventor, anatomist, geologist, cartographer, botanist, and author. His genius, maybe greater than that of the other determine, epitomized the Renaissance humanist perfect.

Download e-book for kindle: La nazionalizzazione delle masse: simbolismo politico e by George L. Mosse

In quest'opera ormai classica, che Renzo De Felice ha paragonato all'"Autunno del Medioevo" di Huizinga e ai "Re taumaturghi" di Marc Bloch, Mosse ha inteso scoprire le radici lontane del nazismo, e misurare quanto esse hanno giocato sulla politica e l'organizzazione di massa dei regimi fascisti. I fenomeni di irreggimentazione così evidenti nella Germania hitleriana portano all'estremo un tipo di politica nei confronti delle masse che viene messo in atto a partire dall'Ottocento, con una "estetizzazione" della politica, una ritualità (i monumenti, le feste, le cerimonie), una organizzazione che coinvolgono le masse popolari nei valori e negli ideali borghesi e nazionali, ovvero le "nazionalizzano".

Extra info for Capitalismo e mercato nazionale in Italia

Sample text

Solo a~ fini della nostra pili specifica indagine sui processo d1 formaz1one d1 un metcato nazionale capitalistico per il grano in ~talia. fm dal secolo XVI, almeno, sembra si possa parlare, per reg~om q~ali la Toscana o la Lombardia, ad esempio, di mercati regionalt per il grano, abbastanza saldamente costituiti e relativamente sviluppati. Tra i mercati di Firenze e Arezzo, cos! ndezza si possono riscontrare, per la stessa epoca, tra mercat1 lombardi, ed altri. Anche all'infuori dell'ambito regionale d'altronde non mancano - fin dal secolo XVI - i casi di collecra:Uenti abba;tanza stretti e relativamente stabili, fra mercati esportato~i e mercati di consumo, ~he dan luogo a indici di covarianza dei prezzi del grano, i quali raggiungono valori significativi, seppur generalmente inferiori a quelli che si riscontrano nell'ambito regionale.

Tra i cinque m~rcati settentrionali di Parma, Torino, Milano, Verona e Udine, ad esempio - uno per ciascuna regione storica, meno la Liguria, per la quale manca la continuita dei dati - l'indice medio di covarianza dei prezzi del grado passa dagli 0,61 nel 1826-50 a gli 0,71 del 1836-60, per ridiscendere a 0,69 nel 1848-72, e risalire poi a 0,75 nel 1862-86: sicche, ad un balzo in avanti di 10 punti dal 1826-50 al 1836-60, ne corrisponde uno di non pili di 4 punti dal 1836-60 al 1862-86. In complesso, pare che si possa rilevare come, di per se stessa, l'unificazione politico-statale del paese - se ha senza dubbio favorito la formazione di un mercato nazionale per il grano, nel senso di una maggiore connessione che si e venuta a stabilire fra i mercati regionali dei vecchi Stati italiani - non abbia invece dapprima esercitato un'influenza decisiva nel senso di un'accentuazione del .

In forma che puo apparir quasi paradossale, quanto or ora abbiam detto puo essere illustrato sull'esempio del rapporto fra il mercato granario pugliese e quello napoletano, per i quali abbiam visto l'indice di covarianza toccare gli 0,79 nel 1600-30, e gli 0,69 nel1618-46. Studi come quelli recenti del Consiglio ci documentano largamente, in questo caso, come questi elevati valoti 56 dell'indice di covarianza - lungi dal potere essere consid~rati come indid dell'alto grado di sviluppo mercantile dell'economia pugliese e napoletana, e di una prevalenza in esse gia affermata dello scambio equivalente - ci significhino, invece, proprio una persistente e decisiva prevalenza dello scambio non-equivalente, non esclusiva, rna anzi coerente ed inerente a quel sistema annonario, che imponeva, in certo qual modo, un alto grado di connessione fra il mercato produttol'e pugliese ed il mercato di consumo della capitale del regno.

Download PDF sample

Capitalismo e mercato nazionale in Italia by Emilio Sereni


by William
4.4

Rated 4.92 of 5 – based on 15 votes